Pet Referral Marketing

“La positività è contagiosa”

Cosa significa Pet Referral Marketing?

Il passaparola è la più antica, economica ed efficace forma di pubblicità del mondo, anche nella digital economy e soprattutto nel settore Pet, un mondo sempre più “connesso” dove le relazioni, le conversazioni, i suggerimenti,  tra i milioni di genitori di animali domestici valgono molto più di pubblicità milionarie. I clienti soddisfatti hanno un valore inestimabile e la capacità della tua azienda di trasformarli in promotori naturali, in influenzatori della decisione di acquisto di altri pet parents, in “ambasciatori” del brand,  è una leva strategica di PET MARKETING spesso sottoutilizzata, una opportunità che la tua azienda non può permettersi di lasciare ad altri.

 

Quali sono i 5 benefici della Pet Referral Marketing?

Le aziende che comprendono il valore competitivo di trasformare clienti soddisfatti in promotori naturali, compratori in influenzatori, pet parents in ambasciatori del brand, marketing in PET MARKETING, possono ottenere risultati notevoli sul piano commerciale:

  1. Generare nuovi contatti, allargare il proprio network, sviluppare nuove opportunità, aumentare le vendite on e off line;
  2. Migliorare la propria reputazione, creare una relazione di fiducia e limitare le obiezioni della vendita classica;
  3. Portare la soddisfazione del cliente ad un livello superiore, rafforzando la capacità di trattenerlo e fidelizzarlo;
  4. Consolidare un vantaggio competitivo difficilmente attaccabile da parte di altre aziende;
  5. Rafforzare l’efficacia dell’azione B2C, elevando la marginalità delle vendite ed ottimizzando al contempo i costi della gestione operativa.

Un caso di Pet Referral Marketing di successo

Un caso di successo Pet Referral Marketing a dir poco “leggendario” è quello di  PAYPAL, che grazie ad una strategia focalizzata sul referral e non sulla pubblicità (pagando le persone per utilizzare la piattaforma e per invitare i loro amici) è stato in grado di sfidare il sistema bancario Americano, aumentare la sua base clienti dal 7 al 10% su base giornaliera, “catapultandola” letteralmente a 100 milioni di utilizzatori, rientrando del pesante investimento (circa 60 milioni di dollari) già nel primo anno. Questi sono “fatti e non crocchette”, un caso reale di PET MARKETING che deve ispirare le aziende dal “dna animale” di tutto il mondo!

Cosa deve fare la tua azienda per cogliere i benefici del Pet Referral Marketing

Il tema della Pet Referral Marketing rappresenta una nuova frontiera per la aziende del settore pet che devono rivedere la propria strategia di PET MARKETING per rafforzare la relazione con il Pet Parent, aumentare la sua fiducia verso il brand e stimolare la motivazione naturale di condividere ciò che apprezza ed ama, trasformando così un semplice cliente soddisfatto nel più motivato dei venditori. Ma attenzione a non tradurre letteralmente dall’Inglese all’Italiano dove “referral” diverrebbe “raccomandazione” alterando e contaminando i sani principi su cui si fonda: “chi da, riceve”. Ma prima è necessario porsi la fatidica domanda: “i tuoi clienti suggerirebbero i tuoi prodotti ed i tuoi servizi  ai loro migliori amici a 2 e 4 zampe?”

Pin It on Pinterest

Share This