Tempo di lettura: 2 minuti

Ricevi gratuitamente le nostre PILLOLE DI PET MARKETING

Ottieni gratuitamente le competenze “animali” che ti servono per gestire il tuo business “a 4 zampe motrici”, direttamente nella tua casella di posta!

Iscriviti alle Pet Marketing News

Fare il manager nel settore PET è un lavoro davvero “animale” ce lo ripetiamo ogni volta

Ma per quanto sia un lavoro difficile, è anche una professione CANtastica, piena di soddisfazioni, che ci porta a contatto con loro, i simpatici amici cani, gatti, coniglietti, furetti, uccellini, pesciolini e naturalmente con i loro “custodi” a 2 zampe, che sono responsabili di fare le migliori scelte in termini di nutrizione, prevenzione, educazione, vestizione … per loro che non possono scegliere.

Che ti piaccia o meno,  la prima forma di contatto tra il cliente “bipede” e la tua azienda è il web. L’85% dei consumatori cerca informazioni on line prima di fare una scelta, a prescindere che l’acquisto avvenga successivamente su web, presso un supermercato o un negozio specializzato.

LA PRESENZA DIGITALE DELLA TUA AZIENDA E’ DUNQUE UN FATTORE CRITICO DI SUCCESSO MA…

Per un #petmarketing efficace NON bastano un sito “bello da vedere”, una pagina Facebook “con tanti like”,  testimonial “VIP”, iniziative di charity “SHOW”,  presenza in negozi “TOP”,  campagne pubblicitarie di tipo “WOW”, ciò sarebbe “troppo facile”.

I consumatori oggi vogliono “la ciccia”. Non cercano brand ma reputazione, non vogliono prodotti ma soluzioni, non comprano crocchette ma la salute dei loro compagni di vita a 4 zampe. Per loro oggi l’etichetta degli ingredienti è più importante del packaging, la provenienza delle materie prime è più importante della pubblicità, il commento positivo di un altro consumatore è più importante della “marketta” del vip.

Il tuo #petmarketing efficace si basa sulla produzione di “valori” che devono essere di reale valore aggiunto per il tuo cliente e come tali siano percepiti.

I contenuti erogati devono essere utili e compatibili con il suo profilo specifico, il suo segmento, i suoi interessi, i suoi obiettivi (dimenticandoci per il momento della sua capacità di spesa).

Devono essere erogati al momento più giusto (quando si manifesta l’esigenza), nella modalità più fruibile (come preferisce lui), essere idealmente personalizzati su di lui (per non farlo sentire come tanti) e customizzati sul suo pet (per fargli sapere che hai a cuore la felicità del suo compagno di vita).

E ciò non è ancora abbastanza! Oltre ad informarlo, dovrai incuriosirlo sempre più (con nuovi argomenti), educarlo (gradualmente), stupirlo (nei momenti di inattività), divertirlo (che non guasta mai) … in parole diverse “coltivarlo” prima di proporre il tuo prodotto o servizio. Come?

LA RISPOSTA SI CHIAMA’ MARKETING AUTOMATION

Se vuoi capire come sfruttare la tecnologia al tuo servizio per costruire una relazione con i tuoi contatti e clienti che duri nel tempo, CLICCA QUI per la pillola di #petmarketing #3: i pilastri della marketing automation e ti accompagneremo, a coda dritta, alla scoperta di un mondo a misura di PET.

Questo tema di stimola e ti interessa approfondirlo?

Richiedi la tua sessione di Pet Coaching GRATUITO